Test Sierologici e Tamponi Covid-19

Contattaci per informazioni in merito a preventivi e prenotazioni all'indirizzo: segreteria@goaps.it o al numero  02.49471332

Tramite APS, in collaborazione con laboratori di analisi partner, è possibile prenotare Test Sierologici e Tamponi Covid-19.

Test Sierologico – Che cos’è e cosa analizza

L’analisi sierologica per la determinazione di anticorpi ANTI-SARS-CoV2 rileva la presenza o meno di anticorpi nel sangue atti a contrastare il Covid-19 (SARS-COV-2). Nella fattispecie, questa indagine sierologica individua la presenza di tre principali tipologie di anticorpi, ovvero sia:
IgG, IgA e IgM. L’analisi avviene tramite prelievo di sangue venoso.
In generale, effettuare un test sierologico può stabilire se una persona è entrata in contatto con il virus, vale a dire se è stata contagiata.

Cosa indica un test con risultato positivo e cosa fare in caso di positività

Un test sierologico che abbia risultato positivo indica che il paziente è entrato in contatto con il virus, quindi è stato contagiato, in forma più o meno grave o in forma asintomatica e che, in conseguenza di ciò, ha sviluppato una reazione immunitaria.
Tuttavia, un risultato positivo non stabilisce quando il paziente è entrato in contatto con il virus. In altre parole, un risultato positivo NON è in grado di diagnosticare il COVID-19 al momento dell’indagine sierologica (i.e. prelievo). Infatti, questo genere di positività non è in grado di riconoscere se l’infezione si trovi in uno stato iniziale o in uno stato tardivo.
Ad oggi, l’unico strumento in grado di diagnosticare il COVID-19 rimane il tampone molecolare.

In caso di positività al test sierologico:

  • Il paziente dovrà effettuare un tampone molecolare;
  • In attesa di eseguire il tampone, il paziente dovrà mettersi in isolamento domiciliare fiduciario ed informare il proprio medico di Medicina di Base.

Una volta ricevuto l’esito del tampone molecolare il paziente:

  • Sarà libero di interrompere l’isolamento fiduciario in caso di negatività al tampone e in assenza di sintomi;
  • Se il tampone dovesse dare esito positivo, il paziente proseguire nell’isolamento fiduciario; informare nuovamente il proprio medico di Medicina Base, nonché attenersi alle disposizioni dell’autorità sanitaria locale.

In caso di negatività al test sierologico:

  • Implica che il paziente NON è entrato in contatto con il virus e che per questo, non ha sviluppato una reazione immunitaria;
  • Ciononostante, è bene tener presente del periodo di incubazione del virus. Ciò implica che una persona potrebbe essere stata infettata di recente e per questo motivo, potrebbe non aver ancora sviluppato gli anticorpi.

In altre parole, il test potrebbe essere negativo ma la persona potrebbe in realtà essere contagiosa, poiché si trova nel periodo di incubazione dell’infezione.

Tampone naso-faringeo COVID-19 – Che cos’è e cosa analizza

L’analisi molecolare è, ad oggi, l’unico tipo di indagine che diagnostica la presenza – in quel preciso momento, quindi a differenza del test sierologico non è una ricerca retrospettiva – del nuovo coronavirus SARS-COV-2.
Attraverso l’inserimento di un tampone (i.e. un bastoncino avente una delle estremità ricoperta da materiale sintetico, come un cotton-fioc) all’interno della regione naso-faringea, si preleva un campione di materiale biologico (i.e. cellule epiteliali) e con di metodologie di biologia molecolare, si identifica l’RNA virale.

Cosa indica un tampone positivo e cosa fare in caso di positività

Un tampone molecolare che abbia risultato positivo indica che nel materiale biologico prelevato è stata rilevata la presenza dell’RNA di SARS-COV-2 e che questo si sta replicando.
Ciò implica che il paziente è entrato in contatto con il virus e che ne è stato contagiato, in forma grave, moderata o asintomatica. Inoltre, suggerisce che il paziente può trovarsi in uno stato di contagiosità.

In caso di positività al tampone molecolare il paziente:

  • Dovrà mettersi in quarantena domiciliare (isolamento) al fine di evitare la diffusione del virus;
  • Informare il proprio Medico di Base, nonché attenersi alle disposizioni delle autorità sanitarie locali di competenza;
  • Il paziente potrà terminare la quarantena a seguito di un altro tampone con esito negativo.

In caso di negatività al tampone molecolare:

  • Implica che sul campione di materiale biologico prelevato NON è stato trovato l’RNA di SARS-COV-2;
  • Tuttavia, tale assenza può essere dovuto allo stadio in cui si trova l’infezione (stadio iniziale) o alla qualità del campione analizzato (materiale non adeguato). Per questo motivo, il risultato deve essere analizzato in correlazione all’anamnesi del paziente.

In caso di tampone molecolare “indeterminato”:

  • Implica che attraverso il materiale biologico prelevato NON si può stabilire con certezza la presenza o l’assenza dell’RNA di SARS-COV-2, per questo il risultato è “indeterminato”;
  • In casi come questi, è necessario ripetere la ricerca con un nuovo tampone.